Mendrisio non cancella i mori dipinti

Pitturamento mantenuto per quest'anno
RSI Pitturamento mantenuto per quest'anno

Marcia indietro alla Via Crucis in costume del giovedì santo a Mendrisio. A poco più di un mese dalla manifestazione, iscritta nell’UNESCO, la Fondazione Processioni storiche ha deciso di fare dietrofront.

I mori, che tanto inchiostro hanno fatto scorrere, continueranno a essere persone di pelle bianca con il volto dipinto di nero.

Il ritorno al pitturamento, un "blackface" per alcuni ormai fuori dal tempo, non è però una cancellazione assoluta della decisione precedentemente presa. Si tratta piuttosto di un congelamento da parte della Fondazione che manterrà i mori dipinti per questa edizione. Poi si aprirà un dibattito sul tema.

33enne a 220 km/h sull'A6

Foto d'archivio
Foto d'archivio

Un 33enne è stato controllato e fermato domenica mattina dalla polizia mentre circolava ad oltre 220 km/h sull'autostrada A6 a Wiggiswil, nel canton Berna, dove il limite è di 120 km/h.

Dopo la deduzione del margine d'errore, l'eccesso di velocità oltre il limite è risultato essere di 100 km/h, una velocità che implica il reato di guida spericolata, indica oggi in una nota la polizia bernese. 

L'uomo al volante è stato portato in un posto di polizia per ulteriori accertamenti. Gli è stata immediatamente ritirata la patente di guida e la vettura è stata sequestrata.

Moto contro auto a Flaesch, un ferito

Sabato pomeriggio si è verificato un incidente stradale tra una moto e un'auto sulla Luzisteigstrasse a Flaesch (GR). Il motociclista è rimasto leggermente ferito nello schianto. la guiidatrice dell'automobile è rimasta illesa. La polizia cantonale dei Grigioni sta indagando sulle cause esatte dell'incidente.

Incidente a Trimmis: due feriti

A Trimmis, una 24enne che in autostrada stava guidando verso nord sulla corsia di sorpasso sabato verso le 3:00 ha urtato un’altra auto, guidata da una 56enne, che viaggiava a destra.

Il veicolo di quest’ultima ha urtato la barriera di protezione a destra, per poi scontrarsi con quella centrale. Anche l’auto guidata dalla giovane, riferisce la polizia cantonale, ha urtato la barriera centrale e, poi, quella a destra della carreggiata.

La donna di 56 anni e il suo passeggero, anche lui 24enne, sono stati liberati dalle lamiere. Il giovane ha riportato solo ferite leggere, mentre la conducente è stata trasportata all’ospedale cantonale di Coira.

Meno diffide nei carnevali ticinesi

"I giovani non sono litigiosi. Sono esuberanti, è vero, ma non litigiosi". A dirlo, con cognizione di causa, è Livio Mazzucchelli, presidente del Carnevale di Tesserete, ma soprattutto coordinatore del gruppo "Carnevali in sicurezza", che raggruppa i sei principali eventi della Svizzera italiana.

Il numero delle diffide è infatti calato rispetto al passato. "Quest’anno ne abbiamo date circa 120-130. Siamo sotto la media dello scorso anno, ma anche sotto quella precedente la pandemia". 

I comportamenti a monte delle diffide, spiega Mazzucchelli, "nel 40% dei casi riguardano giovani che cercano di entrare abusivamente. La sanzione scatta quando sono aggressivi con gli agenti". 

Pietro Grasso a Bellinzona

L'ex magistrato italiano, qui in un'immagine risalente al 2018
keystone L'ex magistrato italiano, qui in un'immagine risalente al 2018

Pietro Grasso sarà presto in Ticino. L’ex procuratore nazionale antimafia, e presidente del Senato italiano dal 2018 al 2022, si incontrerà il prossimo 8 marzo con la commissione giustizia e diritti del Gran Consiglio.

La commissione, si legge in una nota diffusa oggi, venerdì, discuterà con l’ex magistrato italiano intorno al tema delle infiltrazioni mafiose e delle sfide poste dall’attività, anche in campo normativo, di contrasto al fenomeno.

L’incontro è stato promosso dalla presidente della commissione Daria Lepori e dal gran consigliere Pierluigi Pasi, già procuratore federale.

Saleggina, l’EOC sceglie il progetto

Una rappresentazione grafica del progetto vincitore
EOC Una rappresentazione grafica del progetto vincitore

Il consiglio d'amministrazione dell'EOC ha designato il progetto vincitore del concorso per la progettazione dell’Ospedale regionale del Sopraceneri, che sorgerà nel comparto Saleggina di Bellinzona.

A imporsi, riferisce una nota diffusa venerdì, è stato 'Il profumo dei tigli', progetto di un gruppo di professionisti che fa capo agli architetti Michele Arnaboldi e Michele Gaggini.

A caratterizzare il progetto, l’idea di un ospedale "certamente orientato al benessere dei pazienti e dei collaboratori", ma anche tale da "inserirsi nel territorio con un impatto minimo sull’ambiente e con una forte sostenibilità economica e sociale".

Manor di Sant'Antonino: tre fermi

La polizia cantonale ha fermato questa mattina, poco dopo le cinque, tre cittadini rumeni sospettati di aver eseguito il furto al grande magazzino Manor di Sant’Antonino.

Attorno alle 2 di notte, le forze dell’ordine hanno organizzato un vasto dispositivo di ricerca per rintracciare gli autori del colpo e definirne le possibili vie di fuga. Determinante è stata la segnalazione, da parte di un privato, di un veicolo rubato e abbandonato nei pressi dell’Alpe di Neggia.

L’avviso ha portato la polizia a concentrare le ricerche intorno a Indemini, dove, verso le 5, sono stati fermati i tre. La responsabilità dei sospettati è al vaglio degli inquirenti.