Svizzera, pernottamenti a gennaio: +2%

Continua il periodo di crescita per il turismo elvetico
Keystone Continua il periodo di crescita per il turismo elvetico

Archiviato un 2023 da record, i pernottamenti turistici continuano a crescere in Svizzera, ma a ritmi più moderati.

La progressione rispetto al corrispondente periodo dell'anno scorso si è attestata in gennaio al 2,3%, stando a una prima stima pubblicata venerdì pomeriggio dall'Ufficio federale di statistica (UST).

I turisti provenienti dall'estero hanno contribuito con un +5,0%, mentre la domanda indigena è salita solo dello 0,1%. Non sono ancora note cifre assolute: sono state diffuse solo le tre percentuali indicate. Il 2024 comincia quindi ancora con un incremento, in calo però rispetto al +7% di novembre e al +5% di dicembre.

Aeroporti, +22% di passeggeri nel 2023

Un 2023 in crescita per l'aviazione in Svizzera
Keystone Un 2023 in crescita per l'aviazione in Svizzera

La ripresa dell'aviazione è proseguita anche nel 2023 in Svizzera, con gli aeroporti che hanno accolto 53,3 milioni di passeggeri nel traffico di linea e charter.

Il dato, diffuso dall'UST, è del 22% superiore a quello dell'anno precedente, ma rimane ancora del 9% inferiore al 2019 pre-pandemico. Per quanto riguarda le mete, la più gettonata è risultata la Spagna (2,9 milioni di viaggiatori), davanti a Regno Unito (2,7 milioni), Germania, Portogallo e Francia (tutti 1,4 milioni), nonché Stati Uniti e Turchia (entrambi 1,1 milioni).

Aumentato anche il numero di movimenti aerei, con 409'000 decolli e atterraggi: +15% nel paragone con il 2022.

App di pagamento sempre più accettate

Keystone

Le applicazioni di pagamento sono sempre più popolari, anche tra le aziende: il 59% delle imprese le accetta nei propri negozi, come emerge da un sondaggio condotto dalla Banca nazionale svizzera (BNS) su circa 1750 società e pubblicato venerdì.

In un rilevamento dello stesso tipo del 2021 l'accettazione non andava oltre il 40%. Concretamente le app di pagamento hanno superato le carte di credito (53%) e quelle di debito (48%).

Secondo la BNS questa crescita non rappresenta una sorpresa: l'indagine dell'anno scorso aveva già mostrato la tendenza in atto. "Si può presumere che il maggiore utilizzo abbia avuto un effetto sull'accettazione".

ABB cambia CEO

La multinazionale elettrotecnica svizzero-svedese opera nella robotica, energia e automazione
Keystone La multinazionale elettrotecnica svizzero-svedese opera nella robotica, energia e automazione

ABB avrà un nuovo CEO dal prossimo 1° agosto. Il gruppo elettrotecnico zurighese ha annunciato oggi, venerdì, la partenza di Björn Rosengren, che verrà rimpiazzato dal norvegese Morten Wierod.

Il 65enne Rosengren, viene spiegato in un comunicato, affiancherà il suo successore in veste di consulente fino alla fine dell’anno. Lo svedese era in carica dal febbraio 2020, mentre in precedenza ha guidato il gruppo del suo Paese Sandvik.

Wierod, 52 anni, lavora per ABB dal 1998. Dal 2019 fa parte della direzione generale ed era finora alla testa della divisione elettrificazione, di cui aveva preso il timone un paio d’anni fa.

Swiss, il CEO Vranckx passa a Lufthansa

Keystone

Cambiamenti in vista ai vertici di Swiss: dopo oltre tre anni alla testa dell'azienda, il CEO Dieter Vranckx passerà alla casa madre Lufthansa.

A partire dal prossimo 1° luglio, lo svizzero-belga Vranckx sarâ infatti Chief Commercial Officer della compagnia aerea tedesca, come comunicato giovedì sera da Swiss. In seno alla filiale elvetica, resterà vicepresidente del Consiglio di Amministrazione. Nel frattempo è stata avviata la ricerca di un successore.

Vranckx ha assunto la guida di Swiss nel 2021, nel pieno della pandemia di Covid-19 che aveva messo in difficoltà l'intero settore dell'aviazione.

Petrolio e oro sono in aumento

Quotazioni in rialzo per il petrolio giovedì: il Brent del Mare del Nord passa di mano a 83,29 dollari al barile (+0,31%), mentre il WTI scambia a 78,18 dollari al barile, con un aumento dello 0,35%. Dal canto suo, pure l’oro si rivela in crescita, essendo scambiato a 2'029,26 dollari l’oncia – pari a un aumento dello 0.16%.

Utili in aumento per Zurich nel 2023

Immagine di archivio
Keystone Immagine di archivio

Numeri in crescita nel 2023 per Zurich Insurance, grazie anche a un ulteriore aumento delle tariffe e a un netto miglioramento dei proventi degli investimenti. L'utile netto del gruppo è salito del 10% a 4,35 miliardi di dollari (circa 3,8 miliardi di franchi al cambio attuale), informa la compagnia.

Fa un balzo anche l'utile operativo, che va a 7,4 miliardi (+21%). I premi lordi nel ramo danni sono da parte loro progrediti del 9% a 44,0 miliardi.

Per quel che concerne gli altri settori d'attività, è stato fra le altre cose raggiunto un risultato record nel ramo vita e gli affari del partner statunitense Farmers hanno messo a segno una crescita.

Nestlé, utile netto aumenta nel 2023

Si è rivelata in sensibile aumento la redditività della Nestlé nel 2023
Keystone Si è rivelata in sensibile aumento la redditività della Nestlé nel 2023

Redditività in sensibile aumento per Nestlé nel 2023. L’utile netto del colosso alimentare è cresciuto su base annua del 20,9% a 11,2 miliardi di franchi, indica in una nota giovedì la stessa multinazionale vodese.

Andamento inverso per il fatturato, calato dell’1,5% a 93,0 miliardi. L’EBIT (il risultato ante oneri finanziari) ha in sostanza marciato sul posto (-0,3% a 16,1 miliardi), con il margine corrispondente stabilitosi al 17,3%.

Il sussulto in termini di utile si spiega con rettifiche di valore per 2,7 miliardi. Per gli azionisti ci sono - e non è una novità - buone notizie. Il CdA vuole aumentare il dividendo a 3,00 franchi per azione.