"Il giovane killer sparava a tutti"

La strage in Texas è tra le più sanginuose avvenuta all'interno di un istituto scolastico negli USA
Keystone La strage in Texas è tra le più sanginuose avvenuta all'interno di un istituto scolastico negli USA

La strage avvenuta martedì nella scuola elementare di Uvalde, in Texas, con i suoi 21 morti è la seconda sparatoria più sanguinosa nella storia d'America in una scuola. Solo il massacro di Sandy Hook nel 2012 ha presentato un conto più salato con 26 morti.

Si stanno intanto definendo le prime ricostruzioni dell’accaduto. Il diciottenne autore della strage alla scuola elementare "sparava a chiunque e a qualsiasi cosa si trovava davanti".

"Appena entrato nell'edificio ha iniziato a sparare a bambini, insegnanti e chiunque fosse sulla sua strada", raccontano testimoni. Secondo alcune fonti prima della strage ha sparato alla nonna colpendola alla testa.

A Lugano per la ricostruzione

La Conferenza sull'Ucraina in programma a Lugano il 4 e il 5 luglio sarà anche un incontro di donatori.

"Non dobbiamo farci illusioni. Le sfide sono enormi", ha però intanto sottolineato Ignazio Cassis al WEF di Davos, martedì, con riferimento alla ricostruzione del Paese, durante una conferenza stampa congiunta con il premier ucraino Denys Shmyhal, il quale era in collegamento video da Kiev.

Secondo il consigliere federale, potrebbero occorrere anni prima che a sostegno dell'Ucraina devastata dalla guerra venga allestito un piano di investimenti internazionali. I costi attuali sono stimati in circa 600 miliardi di dollari, ha dichiarato Shmyhal.

Ucraina, Orban dichiara stato emergenza

Viktor Orban ha dichiarato lo stato di emergenza in Ungheria, a causa della guerra in Ucraina, a partire dalla mezzanotte di domani, mercoledì.

Lo ha affermato il premier magiaro in un videomessaggio sulla sua pagina Facebook. "Questa guerra rappresenta una minaccia costante per l'Ungheria, ha detto, ribadendo che il Paese deve stare lontano dal conflitto e proteggere la sicurezza finanziaria delle famiglie ungheresi.

Come lo stato di emergenza imposto durante la pandemia, quello ora deciso consentirà al Governo di rispondere immediatamente e proteggere l'Ungheria e le famiglie ungheresi con tutti i mezzi possibili", ha spiegato Orban.

Spari in una scuola texana, tanti morti

Almeno 21 persone persone sono state uccise martedì nel corso di una sparatoria avvenuta in una scuola elementare del Texas, ha annunciato il governatore dello Stato Greg Abbott.

L'assassino "ha ucciso, in modo orribile e insensato, tanti studenti e un insegnante", ha dichiarato, aggiungendo che anche il sospetto 18enne è morto nella sparatoria alla Robb Elementary School nella città di Uvalde, situata a circa 130 chilometri a ovest di San Antonio.

Il killer ha inoltre precisato il governatore Abbott sarebbe un ex studente dell'istituto. Nulla si sa per ora sulle motivazioni del gesto.

Sospetto ictus per il padre di Meghan

Thomas Markle, padre di Meghan Markle, è stato trasportato d'urgenza in ospedale. Si sospetta un ictus.

Secondo quanto scrive il New York Post citando TMZ, Markle, 77 anni, è stato fotografato mentre veniva caricato su un'ambulanza a Tijuana in Messico con una maschera d'ossigeno. E' stato trasportato in un ospedale californiano appena oltre il confine. Non riusciva a parlare ed ha dovuto scrivere su un pezzo di carta i sintomi avuti.

"Mio padre si sta riprendendo in ospedale - ha detto in una dichiarazione la figlia Samantha Markle -. Chiediamo il rispetto della privacy per la famiglia, la sua salute e il suo benessere. Ha solo bisogno di riposare".

- News: Friborgo ad un passo dal titolo

Se in gara-1 il divario non era parso così netto, gara-2 si è rivelata una vera e propria esecuzione: dominato per 93-46 l'Union Neuchatel, l'Olympic si trova ad una sola vittoria dal 20o titolo nel massimo campionato. Sul parquet amico, Solcà e compagni hanno subito messo sotto gli avversari (+16 alla prima pausa), per poi involarsi senza indugi verso una comoda vittoria. L'occasione per chiudere i conti arriverà sabato (18h00), in trasferta.

Alla sbarra per tentato omicidio

La PP Valentina Tuoni ha rinviato a giudizio due degli autori del pestaggio avvenuto il 4 dicembre scorso a Locarno. Vittima un 18enne, che venne picchiato per futili motivi.  

L’atto d’accusa ripercorre nel dettaglio quanto sarebbe avvenuto quella sera, al grido di "ammazzalo". Mentre era a terra il ragazzo avrebbe ricevuto una serie di pugni al viso e di calci in testa. Senza dimenticare il colpo infertogli (sempre al capo) con una bottiglia di vetro vuota.

Di qui l’ipotesi di tentato omicidio per dolo eventuale. Gli imputati respingono parzialmente gli addebiti, nella ricostruzione dei fatti come nella loro qualifica giuridica.

Vaiolo delle scimmie, un caso a Ginevra

Un secondo caso di vaiolo delle scimmie è stato confermato in Svizzera, più precisamente a Ginevra. Il primo era stato diagnosticato sabato scorso nella regione di Berna.

La persona infetta è in isolamento, riferisce oggi, martedì, il Dipartimento della sanità del canton Ginevra in una nota. Le sue condizioni generali sono buone e al momento non necessita di ricovero.

I primi elementi raccolti indicano che il paziente è stato contaminato durante un viaggio all'estero, come nel caso bernese. È in corso un'indagine epidemiologica per avvisare le persone che potrebbero essere esposte.